Croda del Becco

Dal parcheggio del Lago di Braies, seguire l’ampio sentiero che si snoda intorno al lago, fino all’estremità meridionale. Il percorso contrassegnato con il segnavia 1 conduce attraverso una gola, nota come Buco del Giavo. Questa ripida salita procede fino alla Forcella Sora Forno, situata alle pendici della cresta sudorientale.
Alla forcella si svolta verso nord, sul sentiero che supera a zigzag la ripida spalla, munito di funi nei passaggi esposti sale lungo le dorsali della cresta fino alla sommità della vetta. In alto si procede senza difficoltà sull’ampia cresta rocciosa su massi e ghiaie, fino alla croce di vetta (2810 m; ore 1 1⁄2 dalla forcella).

Il Rifugio Biella si trova a un’altitudine leggermente inferiore.

SCHEDA TECNICA

Partenza: Lago di Braies
Lunghezza percorso: 13,9 km
Dislivello: 1400 metri
Tempi: 7 ore
Segnaletica: ottima
Difficoltà: difficile

 

Dalla vetta, dove è presente il libro di vetta, è finalmente visibile il lago di Braies oltre a varie cime con un panorama che spazia a 360 gradi e ci si può rendere conto della ripidità del versante nord della Croda che si tuffa a picco verso il lago.
Non a caso il nome tedesco della cima è Seekofel: picco sul lago

La discesa avviene lungo il percorso già descritto per la salita.